Pages Navigation Menu
it en facebook

“A cena da Ferruccio” – 2018

Pubblicato in: Archivio

Una sfida al miglior piatto

Leggi Tutto....

Etruschi e Velathri: Origini e sviluppo della prima civiltà italica

Pubblicato in: Archivio

Anche quest’anno l’Associazione Pro Volterra, in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra, organizza una serie di incontri a carattere storico nei quali verrà affrontato un periodo particolarmente importante della storia di Volterra e del suo territorio. Negli anni scorsi abbiamo, di fatto, effettuato un percorso che ci ha portato ad affrontare vari periodi storici fino ad arrivare al Rinascimento ed al ‘600. Nell’intento di soddisfare il più possibile le curiosità e gli interessi delle tante persone che ci seguono puntualmente (l’ultima edizione a visto oltre settanta iscritti), quest’anno affronteremo un periodo storico completamente diverso. Infatti, in molti, forse incuriositi anche dai recenti rinvenimenti archeologici che hanno caratterizzato la città di Volterra, ci hanno chiesto di parlare del periodo etrusco ed, in particolare, della fase storica che ha visto la nascita della città. A tale proposito dobbiamo ringraziare i molti che ci hanno fatto giungere le loro richieste e proposte al già noto indirizzo e-mail eventi@provolterra.it; all’uopo predisposto dall’Associazione Pro Volterra e appositamente dedicato per inviare idee e richieste sull’argomento degli eventi da organizzare, ovvero pareri su eventi già conclusi. Pertanto, il percorso culturale di quest’anno, costituito da sette incontri settimanali, avrà come titolo “ETRUSCHI E VELATHRI – ORIGINI E SVILUPPO DELLA PRIMA CIVILTA' ITALICA”. Un panorama storico che si articola in un periodo di molti secoli: dall’età del bronzo, con i primi insediamenti, fino al periodo arcaico, culmine dell’evoluzione della nazione etrusca, passando attraverso le varie tesi sull’origine dei “Rasenna” ed il consolidamento di questa civiltà sull’acrocoro volterrano con la nascita della città e le sue peculiarità urbane, cinte murarie, necropoli, luoghi di culto e vita quotidiana. Anche in questa edizione interverranno, quali relatori, personalità di comprovata competenza della materia e ciò consentirà di affrontare il periodo storico mediante la disamina di vari contesti tra loro complementari, quali l’aspetto archeologico, il contesto storico-sociale, quello religioso e quello urbanistico della città. Come di consueto, contestualmente ad un’inquadratura storica di carattere generale, i vari argomenti affrontati saranno declinati sulla realtà del “Volterrano”. Ma non mancheranno iniziative di particolare interesse; infatti, in occasione del quarto appuntamento (4 aprile), oltre al consueto incontro presso il Centro Studi come da programma, sarà prevista anche una visita alla mostra dei reperti rinvenuti in Loc. Ortino, che aprirà il prossimo 30 marzo all’ultimo piano del Palazzo dei Priori, con la presenza e la guida della Dott.ssa Elena Sorge, Ispettrice della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Pisa e Livorno. In tale occasione anticiperemo l’orario di inizio, per una durata complessiva dell’incontro di ben due ore e mezzo. Di seguito anticipiamo i nomi dei relatori e gli argomenti che saranno trattati.
  • Claudio Gazzarri – Resp. Beni Culturali e Monumentali – Associazione Pro Volterra – Le origini dell’etnos etrusco: formazione o provenienza. – Velathri “città murata”: cinte murarie e opere di sostruzione.
  • Giacomo Baldini – Curatore scientifico Museo Archeologico R. B. Bandinelli - Colle di Val d’Elsa – Katà kόmas. Dal centro protourbano alla città di Velathri. – Dal centro alla periferia. Sulla nascita del territorio dell'etrusca Velathri: la Valdelsa. Visita guidata con la Dott.ssa Elena Sorge alla mostra in Palazzo dei Priori sui reperti archeologici rinvenuti in Loc. Ortino.
  • Lisa Rosselli – Ricercatore di Etruscologia e Antichità Italiche – Università di Pisa – Sepolture e riti funerari a Volterra tra l'età del Ferro e l'età Arcaica. – Le forme del sacro a Volterra: santuari e luoghi di culto.
  • Alessandro Furiesi – Direttore della Pinacoteca e Museo Civico di Volterra – Etruschi: le abitazioni e la vita quotidiana.
L’iniziativa si svolgerà sotto il Patrocinio del Comune di Volterra e del Club per l’Unesco di Volterra e si avvarrà della collaborazione dell’Università di Pisa, del Museo Archeologico R. B. Bandinelli Colle di Val d’Elsa, della Pinacoteca e Museo Civico di Volterra e dell’Accademia dei Sepolti, nonché del contributo economico della Unicoop Firenze – Sezione Soci di Volterra che consentirà di coprire parte delle spese organizzative. Come di consueto gli incontri si svolgeranno presso il Centro Studi Santa Maria Maddalena di Volterra, messo a disposizione della Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra che si è fatta carico di ogni onere gestionale. Il primo incontro si terrà mercoledì 14 marzo con inizio alle ore 17,00 e gli altri incontri si terranno nei successivi mercoledì fino al 4 aprile e nei giorni di giovedì dal 12 aprile fino all’ultimo incontro previsto per il 26 aprile. Al termine degli incontri è previsto il rilascio di un attestato di frequenza, comunque subordinato alla presenza ad un numero minimo di incontri. Tramite l’Assessorato alla Cultura e Istruzione del Comune di Volterra sono state interessate le Dirigenze dell’Istituto di Istruzione Superiore Giosuè Carducci e dell’Istituto Tecnico Ferruccio Niccolini che hanno ritenuto i contenuti dell’iniziativa in linea con gli indirizzi di studio previsti a loro interno; pertanto l’attestato di frequenza, rilasciato al termine degli incontri, potrà essere utilizzato ai fini del riconoscimento di “crediti formativi” per gli alunni del 3°, 4° e 5° anno di tutti gli indirizzi di studio. Anche in questa occasione è intendimento utilizzare l’iniziativa per associarvi anche una finalità sociale. Infatti, la piccola quota di iscrizione di ciascun partecipante – di Euro 20,00, per gli studenti e soci Pro Volterra la quota è di Euro 15,00 –, detratte le spese, sarà utilizzata per la costituzione di un fondo da devolvere in beneficienza. Per il tramite della Fondazione “Il Cuore si Scioglie” ONLUS, la cifra raccolta verrà devoluta alla Caritas Diocesana di Volterra. Le iscrizioni vengono raccolte presso l’Ufficio Informazioni dell’Associazione Pro Volterra in piazza dei Priori, 10; tel. 0588.86150; fax 0588-1900764; e-mail info@provolterra.it. Per l’iscrizione sarà necessario comunicare nome, cognome, luogo di residenza, recapito telefonico ed una e-mail di riferimento. Ove l’iscrizione avvenga tramite e-mail/telefono la quota potrà essere versata in occasione del primo incontro. Presso il suddetto ufficio e sul sito dell’Associazione – www.provolterra.it – si potrà prendere visione di ulteriori dettagli e di eventuali aggiornamenti sull’iniziativa.
Leggi Tutto....

Firma la PETIZIONE

Pubblicato in: Archivio

Gli ambulatori medici di Via Roma devono riaprire!

L’Associazione Pro Volterra, facendosi interprete del grave e diffuso disagio che si è creato in città a seguito della chiusura degli ambulatori medici di Via Roma, senza entrare nel merito nella attribuzione di responsabilità tra i medici di famiglia e l’Amministrazione Comunale, organizza una raccolta di firme presso l’Ufficio di Piazza dei Priori (a lato della Torre del Porcellino) per chiedere la rapida e definitiva riapertura degli ambulatori in questione, nell’interesse prioritario della popolazione. La già pesante situazione della sanità locale, continuamente sottoposta a dannosi (e spesso sconsiderati!) tagli ai servizi, è stata ulteriormente aggravata dalla chiusura degli ambulatori di Via Roma: Volterra è una città che conta un numero sempre più alto di persone anziane, la maggioranza delle quali residenti all’interno delle mura, che fino a dicembre trovavano un presidio rassicurante (seppur già ridotto all’osso!) nella presenza dei medici di famiglia in Via Roma, evitando così di doversi recare, con non poca difficoltà e sacrificio, alla casa della salute presso l’Ospedale. La chiusura degli ambulatori nel centro città sta costringendo gli assistiti a spostarsi nella zona ospedaliera, raggiungibile solo attraverso mezzi (privati o pubblici… e, in questo secondo caso, senza garanzia di orari, a causa delle lunghe attese nella sala d’aspetto della casa della salute); poi, una volta ottenuta la “sospirata” prescrizione dei medicinali, gli utenti sono costretti a portarsi di nuovo, con ulteriore disagio, nel centro città dove si trovano le tre farmacie volterrane. L’Associazione Pro Volterra rivolge pertanto un accorato e fermo appello ai medici di famiglia e all’Amministrazione Comunale perché la questione sia risolta in tempi celeri e certi, con il ripristino di un servizio necessario per un accettabile tenore di vita nella nostra città. Invita tutti a recarsi presso l’Ufficio di Piazza dei Priori per sottoscrivere questa richiesta, auspicando che, già prima della chiusura della raccolta di firme, avvenga la riapertura degli ambulatori di Via Roma. VIENI nel nostro Ufficio (P.zza dei Priori, 10 - Volterra) a FIRMARE la PETIZIONE!!
Leggi Tutto....

Comitato Carnevale

Pubblicato in: Archivio

Aiutaci a mantenere vivo il carnevale a Volterra! Dona 2,00 € presso PRO VOLTERRA - Piazza dei Priori, 10 - Volterra. Ti aspettiamo.
Leggi Tutto....

Volterra: lavori in corso 4.0

Pubblicato in: Archivio

"Dallo scavo alla valorizzazione, l’Acropoli, il Museo"

Convegno di archeologia - 19 gennaio 2018 ore 15,30 Centro Studi Santa Maria Maddalena - Volterra Ogni anno Volterra ci sorprende con una sequenza incredibile di novità archeologiche. Anche il 2017 non ha fatto difetto in questo ed è stato per Volterra un altro anno pieno di grandi soddisfazioni. Molti sono gli elementi di grande importanza: manufatti e strutture di vario tipo che gettano nuova luce su vecchi e nuovi siti, nuovi ed ulteriori approfondimenti su reperti già conosciuti. Tra questi ricordiamo che presso le Colombaie, grazie ad una nuova campagna di scavo mirata, è stata completata l’indagine sulla tomba “costruita” (unica tomba del tipo scavata in Volterra), già a suo tempo parzialmente indagata da Enrico Fiumi, che ha rivelato una realtà ad oggi sconosciuta nel territorio volterrano: un ipogeo simile a quelli di Populonia. Hanno sicuramente sorpreso i ritrovamenti presso l’Acropoli riconducibili alla viabilità della zona e all’accesso all’antico Santuario. Per non parlare delle ulteriori scoperte in quest’area, caratterizzata nell’antichità da una grande concentrazione di templi. Anche la rivisitazione di reperti già da anni conosciuti ha gettato una nuova luce sull’utilizzo, nel periodo Tardo-Antico e Alto Medievale, della zona più alta di Volterra. L’anno trascorso ha visto importanti novità all’interno del Museo Guarnacci. Interventi di ripristino e valorizzazione di alcuni ambienti sono già stati portati a termine ma nei prossimi anni molti altri e ben più importanti verranno portati avanti per adeguare alle nuove esigenze di fruibilità, sia dei cittadini, sia dei turisti, uno dei più antichi musei pubblici d’Europa. In ultimo, ma non certo per importanza, riteniamo che, dopo diversi anni di novità archeologiche riconducibili al periodo pre-etrusco, è forse il momento di affrontare una questione sempre più pregnante e sentita un po’ da tutti: il processo formativo del nucleo protourbano e la “nascita” della città di Volterra. L’attenzione su queste materie ci viene dimostrata e manifestata ripetutamente e quindi anche quest’anno per informare la cittadinanza e comunque tutti gli interessati, l’Associazione Pro Volterra, in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio Prov. Pisa-Livorno e la Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra, con il Patrocinio del Comune di Volterra, ha organizzato il convegno dal titolo “VOLTERRA: LAVORI IN CORSO 4.0” - Dallo scavo alla valorizzazione, l’Acropoli, il Museo che si terrà venerdì 19 gennaio 2018 alle ore 15,30 presso il Centro Studi S. Maria Maddalena di Volterra, messo a disposizione dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra. Il convegno, grazie alle sorprese che il territorio volterrano ci prospetta puntualmente e ripetutamente, è diventato oramai un appuntamento annuale fisso ed il titolo ne esprime la sua continuità negli anni. Come sopra accennato, oltre ad esporre le nuove scoperte, anche in questa edizione saranno presentati interventi volti ad illustrare nuove conoscenze e ulteriori studi su ritrovamenti avvenuti in precedenza che hanno consentito oggi di darne una chiave di lettura, in alcuni casi, del tutto diversa da quella ad oggi conosciuta. Il panorama archeologico della città è quindi in continua evoluzione ed il convegno si preannuncia di grande interesse sia per gli argomenti che saranno trattati, sia per i tanti relatori che si alterneranno nella loro illustrazione. Di seguito riportiamo il dettaglio degli interventi, concordati di concerto con la Dott.ssa Elena Sorge, Ispettrice della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio Prov. Pisa-Livorno, e gli altri archeologi e professionisti che interverranno all’incontro.   Dallo scavo alla valorizzazione:
  • Elena Sorge - Nuovi dati dall’archivio del Museo Guarnacci
  • Giacomo Baldini - Prima di Sul processo formativo del centro protourbano
  • Lisa Rosselli - Novità dallo scavo della tomba delle Colombaie
  L’acropoli di Volterra:
  • Fabrizio Burchianti, Emanuele Mariotti, Elena Sorge - Le indagini dell’estate 2017: un accesso all’acropoli?
  • Marisa Bonamici, Emanuele Taccola - Ultime scoperte dall’area dei templi
  • Federico Cantini - Le fasi tardo-antiche ed altomedievali
  Verso il nuovo Museo Guarnacci:
  • Fabrizio Burchianti - La sezione storica
  • Elena Sorge - Il Museo della città
  Ricordiamo a tutti che l’ingresso è gratuito.  
Leggi Tutto....

Raduno Stempunk Volterra

Pubblicato in: Archivio

AUGURI VAPOROSI

Immaginate un mondo sospeso tra sogno e realtà... un passato proiettato nel futuro... questo è lo Steampunk... e noi cultori di questo genere letterario e non solo, ci siamo ritrovati domenica scorsa a Volterra per festeggiare il nostro vaporoso Natale, giungendo nella splendida città etrusca da Liguria, Emilia Romagna e Toscana per quello che è stato il nostro primo Raduno Natalizio.

Messi alla prova dalle sferzanti temperature che la giornata di sole ci ha regalato, la mia plurimillenaria città, dove arte, storia e cultura si fondono in un'atmosfera unica, ci ha accolto tra le sue vie ed i suoi monumenti offrendoci scenari da favola per le consuete foto ricordo, scattate da bravissimi amici fotografi.

La giornata ha avuto come suo culmine un delizioso e abbondante pranzo realizzato in modo impeccabile dallo staff dell'Accademia della Birra, preceduto da una interessante "lezione", magistralmente tenuta dall'amico Marco Migliorini, sulle origini della birra e sulla sua produzione artigianale, per poi concludersi con una bella passeggiate per le strade volterrane. Una bella giornata trascorsa in compagnia di AMICI che condividono tutti la stessa passione, amici a cui vanno i miei ringraziamenti per la magnifica riuscita dell'evento!

Grazie di cuore agli amici fotografi, in particolar modo a Mauro Fanfani, agli amici steampunk liguri, emiliani e toscani, grazie all'associazione Steampunk Italia, che mi ha appoggiato in questa avventura, grazie all'Accademia della Birra e alla Pasticceria Migliorini per tutto quello che hanno fatto per noi e con noi!!!

Buon Natale amici vaporosi!!!

Volterra Vi aspetta per il prossimo Raduno Natalizio!

Leggi Tutto....