Pages Navigation Menu
it en facebook

Orari Musei Volterra

Pubblicato in: Cosa vedere, Info Utili, News, Slide

Numeri utili ed orari dei Principali Musei di Volterra:  

MUSEO ETRUSCO GUARNACCI

Via Don Minzoni, 15 - Volterra - Tel. 0588/86347 Orari: dal 9/3 al 1/11 (9,00-19,00) - dal 2/11 all'8/3 (10,00-16,30)

Leggi Tutto....

Acropoli Etrusca e Teatro Romano

Pubblicato in: Cosa vedere, News, Slide, Vivi Volterra

DCF 1.0 Il Teatro Romano di Volterra (località Vallebuona) fu costruito alla fine del 1° secolo avanti cristo, nel 3° secolo andò in disuso lasciando spazio alle terme Romane edificate alla fine del 3° secolo d.c. Venne riportato in luce negli anni cinquanta da scavi archeologici condotti nella località di Vallebuona da Enrico Fiumi, storico volterrano: furono utilizzati come operai alcuni ricoverati dell'Ospedale psichiatrico di Volterra, come ricordato da una targa posta all'ingresso dell'edificio.
Leggi Tutto....

Museo della Tortura

Pubblicato in: Cosa vedere, Vivi Volterra

Detto anche ''Museo Criminale Medioevale'' conserva e mostra tutte le tecniche e gli strumenti della tortura medioevale, strumenti della pena di morte e documenti della Santa Inquisizione particolarmente rari. MUSEO DELLA TORTURA Piazza XX Settembre 5 Volterra (PI) Tel. +39 0588 80 501 http://www.torturemuseum.it - cmpress@email.it
Leggi Tutto....

Casa Museo Consortini

Pubblicato in: Cosa vedere, Vivi Volterra

Esposizione permanente delle opere dell'artista volterrano Raffaello Consortini (Volterra 1908-2000). Le opere tra cui bronzi, terrecotte e sculture in legno e e pietra sono conservate, secondo le precise disposizioni testamentarie dell'artista, nella casa dove egli ha vissuto tutta la sua vita, in Borgo San Giusto n. 83. Casa Museo Consortini Borgo San Giusto, n. 83 - Volterra Per prenotazioni e informazioni: info@museoconsortini.it - www.museoconsortini.it Tel. +39 349 4635431 (Silvia)  
Leggi Tutto....

Volterra: rivoluzione per gli ingressi ai musei

Pubblicato in: Cosa vedere, Vivi Volterra

Dall’inizio di aprile 2011 sono state introdotte importanti novità per migliorare l’accesso personalizzando l’offerta e ampliando le riduzioni a famiglie, gruppi e scuole.

Da oggi a Volterra (Pi) ammirare reperti unici di arte etrusca, come la celebre statua “Ombra della Sera”, o i capolavori del Rinascimento del Rosso Fiorentino e di Luca Signorelli sarà più facile e meno costoso. Questo grazie alla riorganizzazione degli ingressi ai musei e alle aree archeologiche di questa importante città d’arte toscana, varata all’inizio di aprile dal Comune. L’obiettivo è di aumentare i visitatori, anche in un momento di crisi come questo, fornendo un servizio più adatto alle esigenze delle varie categorie come i gruppi, le famiglie e le scuole, personalizzando l’offerta e ampliando le riduzioni del costo dei biglietti. La novità più importante è che, accanto al classico biglietto cumulativo in vigore dal 1994 che rende possibile la visita ai tre musei principali, il Museo Etrusco Guarnacci, la Pinacoteca e il Museo di Arte Sacra, è stato introdotto il biglietto per accedere ad ogni museo singolarmente. In questo modo ogni visitatore può scegliere di visitare il museo che preferisce in base alle sue necessità legate al tempo e alle spese che ognuno si è imposto per la visita della città. Per quanto riguarda i prezzi dei biglietti sono in linea con quelli vigenti a livello regionale. Ad esempio per il museo Etrusco Guarnacci il costo d’ingresso è 8 euro e la Pinacoteca 6 euro. C’è poi l’ampliamento delle riduzioni per rendere sempre più facile e meno costosa la visita nei tre musei. Per le famiglie (valido per quattro persone), c’è la possibilità di visitarli al costo di 20 euro, mentre le scuole possono usufruire di un biglietto ridotto di 4 euro a persona e i gruppi di 6 euro. Riduzioni anche per i soci del Touring Club e della Coop. “Si tratta di una importante iniziativa dell’Amministrazione Comunale  – spiega l’assessore alla cultura Lilia Silvi – perché finora l’unica opzione per il visitatore era quella di acquistare un biglietto unico, valido per tutte le strutture museali. Da quest’anno sarà invece possibile entrare nei musei anche con il biglietto singolo. Una decisione – sottolinea – che vuole essere anche una risposta alle numerose istanze che da tempo pervenivano da parte dei visitatori della nostra città che possono scegliere consapevolmente quali e quanti musei visitare durante la loro permanenza”. “L’intenzione – aggiunge l’assessore al turismo Graziano Gazzarri – è  di poter garantire una maggiore offerta dei biglietti anche per chi ha poco tempo a disposizione e può visitare un solo museo. In più sono aumentate le fasce che hanno diritto a riduzioni, allargandole a più categorie e mantenendo costi accessibili per famiglie, gruppi e scolaresche”. Ufficio Stampa ILogo, www.ilogo.it Fabrizio Lucarini
Leggi Tutto....

Palazzo Viti

Pubblicato in: Cosa vedere, News, Slide, Vivi Volterra

Il Palazzo Incontri-Viti, più conosciuto come Palazzo Viti, si trova a Volterra in via dei Sarti 41. Il primo terreno e il retrostante giardino del palazzo sono occupati dal Teatro Persio Flacco, inaugurato nel 1828. La costruzione fu iniziata verso la fine del XVI secolo dal nobile volterrano Attilio Incontri. La facciata è attribuita a Bartolomeo Ammannati. Il palazzo presenta un fronte strada di circa quaranta metri, per una profondità di sedici, con due ali incompiute: il progetto originale prevedeva infatti la creazione di un grande cortile porticato.
Leggi Tutto....